Contenuto principale

Messaggio di avviso

INFORMATIVA: Per migliorare l'esperienza di navigazione delle pagine, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici. Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la "privacy policy".
Acconsenti all'uso dei cookie?

PAROLA DI ESPERTO

di Elio Novembre, responsabile della allergologia del Meyer

È una delle allergie più diffuse. Gli acari sono micro-organismi della lunghezza di 2-3 decimi di millimetri, invisibili ad occhio nudo, che non pungono, non trasmettono malattie e non vivono sulle persone, ma ne condividono l’ambiente. Si nutrono prevalentemente della forfora prodotta dal normale ricambio della pelle. Lo sostanze allergizzanti sono contenute nei frammenti di acari morti e soprattutto nelle loro feci. Questi organismi sono presenti nella polvere di casa, soprattutto in ambienti caldo-umidi e bui e quindi prediligono letti e arredi della camera da letto. Possono causare tosse, asma e problemi alle vie respiratorie in generale.

Cosa fare se viene diagnosticata una allergia di questo tipo? Ecco un breve elenco di preziosi suggerimenti che l'Allergologia del Meyer fornisce alle famiglie per limitare la presenza di questi micro-organismi. “Gli acari – spiega il professor Novembre – sono un nemico difficile da combattere, ma con un po’ di impegno e tanta energia, è possibile farcela”.
1. Tenere una camera semplice, facile da pulire
2. Eliminare oggetti che causano l’accumulo di polvere: tappeti, moquette, peluche, tende pesanti, quadri, librerie chiuse etc..
3. Riporre gli abiti negli armadi.
4. Preferire giocattoli di legno, metallo e plastica.
5. Utilizzare materasso e cuscini in gomma piuma piuttosto che in lana, piuma e materiali vegetali e ricoprirli con fodere anti-acaro*.
6. Mantenere il livello di umidità, misurabile con un igrometro, sotto il 50-60%. Nelle case umide o in periodi di umidità elevate far funzionare un deumidificatore.
7. La temperatura consigliata è di 19-20 gradi
8. Eliminare eventuali chiazze di umidità dal muro.
9. Rivestire con fodere anti-acaro anche poltrone o divani di stoffa su cui il bambino staziona o gioca.
10. I libri poco usati devono essere tenuti in librerie chiuse
11. Evitare di far respirare al bambino i detergenti per la casa, i cosmetici profumati ed i prodotti di pulizia, i colori e le vernici fresche

Prestare attenzione anche all’igiene delle automobili: si consiglia di mantenerla pulita usando aspirapolvere e panno umido, ed eventualmente di ricoprire i sedili con fodere preferibilmente anti-acaro, evitare oggetti che attraggono la polvere (cuscini, pupazzi etc..).
Ci sono accorgimenti utili anche per le pulizie domestiche. Gli acari muoiono a temperature superiori ai 55 gradi pertanto si possono lavare (non a secco) fodere, lenzuola etc.. a circa 60 gradi ed esporli al sole frequentemente oppure si può optare per un lavaggio a temperature più basse aggiungendo al detersivo coadiuvanti acaricidi contenenti oli essenziali e benzil benzoato. Infine, evitare che il bambino sia esposto al fumo passivo in casa, in macchina e nei luoghi chiusi da lui frequentati! Il fumo di sigaretta è un importante fattore di rischio per lo sviluppo di asma e di malattie allergiche!