Contenuto principale

Messaggio di avviso

INFORMATIVA: Per migliorare l'esperienza di navigazione delle pagine, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici. Per informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli, leggi la "privacy policy".
Acconsenti all'uso dei cookie?

Contattipiano terra
 Telefono
055 5662908 dalle 8:00 alle 9:00 per spostare/disdire una visita di controllo ortopedica (non CUP) oppure mandare una e-mail
 E-mail
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Prenotazioni  CUP Meyer - tel. 055 5662900
dal lunedì al venerdì - ore 8:00-16:00







La struttura organizzativa complessa (SOC) di Ortopedia e traumatologia pediatrica è specializzata nel trattamento delle malattie dell'apparato muscolo-scheletrico del bambino in crescita (ortopedico, traumatologico, oncologico, metabolico, infettivo, displastico, ecc.).

Questi multipli indirizzi sono seguiti in maniera interdisciplinare dall’équipe ortopedica, con la condivisione quotidiana dei casi più complessi. È attiva la collaborazione multidisciplinare tra professionisti di altri servizi ospedalieri (pediatria, oncoematologia, neurologia, neurochirurgia, reumatologia, malattie infettive, malattie genetiche, malattie metaboliche, endocrinologia, riabilitazione funzionale, ecc.) per la valutazione multidisciplinare e la presa in carico globale dei pazienti e delle loro patologie.

L'attività della Soc di Ortopedia e traumatologia pediatrica si svolge in regime di:
- ricovero ordinario (per chirurgia di urgenza e di elezione);
- day surgery;
- day hospital;
- ambulatorio.

Modalità di accesso alla vista ambulatoriale
Ambulatorio ortopedico di primo livello (patologie semplici e/o non accertate): richiesta del pediatra di libera scelta tramite CUP Meyer. I tempi di attesa sono in funzione della differibilità indicata sulla richiesta e della specifica patologia, accertata o sospetta.
Ambulatorio ortopedico di secondo livello (patologie di entità rilevante, certe, non differibili): richiesta del pediatra di libera scelta e contatto diretto, via mail, del pediatra stesso o del medico ospedaliero, di altri ortopedici, medici sportivi, fisiatri, ecc.).

La struttura svolge inoltre attività di urgenza attraverso un servizio di guardia e di pronta disponibilità per il trattamento delle lesioni acute, attivo 24 ore su 24. L’attivazione del medico in urgenza avviene tramite il pronto soccorso o per contatto diretto da altre strutture ospedaliere per le aree di riferimento.

ORTOPEDIA ONCOLOGICA PEDIATRICA - ORTOPEDIA PEDIATRICA - TRAUMATOLOGIA ORTOPEDICA PEDIATRICA

ORTOPEDIA ONCOLOGICA PEDIATRICA

L’attività ad alta complessità di ortopedia oncologica pediatrica è dedicata alla cura dei tumori benigni e maligni dell'apparato muscolo-scheletrico, delle ossa e delle parti molli. Al Meyer è attivo un percorso di diagnosi precoce fast track denominato EDY (Early Diagnosis Young): in un’unica giornata di day hospital vengono eseguiti esami come la risonanza magnetica e la tomografia computerizzata, associate ad agobiopsia eco-guidata o Tc guidata, entrambe in anestesia (generale o locale), eventualmente con esame istologico estemporaneo. L'attività di diagnosi, cura e trattamento chirurgico è eseguita sempre in un contesto multidisciplinare, con la collaborazione delle strutture di oncoematologia, diagnostica per immagini, urologia robotica, chirurgia generale e pediatria medica del Meyer, e la microchirurgia e la radioterapia di Careggi. I tumori dell'apparato muscolo-scheletrico, sia dell'osso sia delle parti molli, possono essere benigni o maligni e nella maggior parte dei casi si tratta di tumori primitivi, che comportano complesse tecniche ricostruttive (protesi oncologiche, protesi custom con stampante 3D, innesti ossei omoplastici, innesti di perone vascolarizzato con il coinvolgimento di altre discipline chirurgiche quali chirurgia plastica, chirurgia toracica e generale, chirurgia vascolare, microchirurgia). Per le urgenze è possibile chiamare il numero 349 2229179, attivo dal lunedì al sabato dalle 8:00 alle 20:00. Possono chiamare i pediatri di libera scelta e i medici di famiglia, i medici ospedalieri di altre aziende sanitarie o i genitori, in caso di riscontro occasionale di una tumefazione dubbia delle parti molli, di un'osteolisi o un'alterazione ossea non chiara, oppure in caso di frattura non derivante da trauma.

ORTOPEDIA PEDIATRICA

Si occupa della diagnosi, del trattamento (conservativo o chirurgico) e del follow-up di tutte le problematiche ortopediche congenite, acquisite ed evolutive dell'età pediatrica e delle deformità del rachide. Punti di interesse specifici, per i quali sono attivi ambulatori e percorsi dedicati, sono: il trattamento del piede torto mediante metodo Ponseti, il trattamento (ambulatoriale e chirurgico) della displasia evolutiva dell’anca, la gestione delle eterometrie degli arti inferiori (epifisiodesi, accorciamenti, allungamenti degli arti), il trattamento delle deviazioni assiali (epifisiodesi asimmetriche, osteotomie correttive, correzioni progressive con fissatore esterno), il trattamento delle deformità degli arti secondarie ad osteogenesi imperfetta (osteotomie, chiodi telescopici), il trattamento chirurgico delle infezioni osteo-articolari (in collaborazione con la pediatria medica), il trattamento conservativo e chirurgico delle deformità del rachide, la neuro-ortopedia (valutazione e trattamento delle patologie di interesse neuro-ortopedico, come paralisi cerebrale infantile, neuropatie periferiche, miopatie, artrogriposi, mielomeningocele, toe-walking, in collaborazione con la neurologia, la neurochirurgia, la fisioterapia, le patologie neuro-metaboliche). In particolare vengono eseguiti interventi di chirurgia funzionale come, tra gli altri, interventi multilevel, allungamenti tendinei, miotendinei, transfer tendinei, osteotomie correttive, ricostruzione di anca, abbassamento rotuleo.

TRAUMATOLOGIA ORTOPEDICA PEDIATRICA

Presa in carico, previo accesso al trauma center del Meyer, dei traumatismi dell’apparato muscolo-scheletrico in età pediatrica. Il trattamento delle fratture avviene al pronto soccorso o in regime di ricovero in caso di fratture con indicazioni chirurgiche. Valutazione, come second opinion, di trattamenti eseguiti in altre strutture, del trattamento (conservativo e chirurgico), del follow-up e del trattamento degli esiti, di tutta la patologia traumatica dell’apparato muscolo-scheletrico in età pediatrica, in particolare distacchi epifisari, fratture complesse, traumatologia sportiva, fino ai politraumi (in collaborazione con il trauma center).


PIEDE TORTO CONGENITO            

RECIDIVE DEL PIEDE TORTO CONGENITO

EPIFISIODESI SIMMETRICA (DISMETRIA)

EPIFISIODESI ASIMMETRICA (GINOCCHIO VALGO O VARO)

LUSSAZIONE ANCA PCI: RICOSTRUZIONE E INTERVENTI

LUSSAZIONE ANCA PCI: PROTOCOLLI SORVEGLIANZA

LUSSAZIONE CONGENITA ANCA            

DEAMBULAZIONE IN CROUCH E GINOCCHIO FLESSO

SCAPOLA ALTA CONGENITA (DEFORMITÀ DI SPRENGEL)

GINOCCHIO VARO E MORBO DI BLOUNT


Responsabile Staff
  • Simone Lazzeri responsabile Traumatologia ortopedia pediatrica
  • Caterina Novella Abati, ortopedico
  • Camilla Bettuzzi, ortopedico
  • Giuseppe Cucca, ortopedico
  • Salvatore Di Giacinto, ortopedico
  • Mariateresa D’Ortona, ortopedico
  • Gabriele Ristori, ortopedico
  • Giada Salvatori, ortopedico
  • Alessandro Zanardi, ortopedico
  • Simone Basciano, infermiere e gessista
  • Raffaele Barbato, infermiere e gessista
  • Lisa Dattile, infermiere e gessista
  • Gianni Degli Innocenti, infermiere e gessista
  • Federico Fontanelli, infermiere e gessista
  • Laura Perugini, infermiere e gessista
  • Emiliano Talanti, infermiere e gessista
  • Michela Ulli, infermiere e gessista
Patologie
  • Neoplasie benigne e maligne dell’apparato muscoloscheletrico
  • Displasia evolutiva e lussazione congenita dell'anca
  • Piede torto congenito e sue recidive
  • Metatarso varo, piede talo-valgo
  • Piede piatto, piede valgo/pronato, piede cavo
  • Deformità evolutive del ginocchio (ginocchio varo e valgo), morbo di Blount e deviazioni assiali degli arti
  • Differenze di lunghezza degli arti (ipermetrie, ipometrie, Beckwith-Wiedemann, macrosomie, emi-ipersomie) con relativi interventi (allungamento, epifisiodesi)
  • Ipoplasie congenite degli arti inferiori
  • Epifisiolisi del femore prossimale
  • Morbo di Perthes e osteocondrosi
  • Paralisi cerebrale infantile: lussazione di anca, ginocchio flesso, piede equino, deformità torsionali degli assi
  • Patologia muscolo-scheletrica legata alla spina bifida, mielomeningocele e disrafismi spinali
  • Artrogriposi
  • Deambulazione sulle punte dei piedi (o toe-walking)
  • Deformità degli arti inferiori dovute a neuropatie periferiche sensitivo-motorie
  • Displasie scheletriche
  • Esostosi multiple
  • Osteogenesi imperfetta
  • Patologie ortopediche secondarie a malattie rare e quadri sindromici vari: neurofibromatosi, Sindrome di Down, Marfan
  • Pseudoartrosi congenite dell'arto inferiore e superiore
  • Traumatologia pediatrica (fratture, distacchi epifisari, politraumi)
  • Esiti traumatici (deviazioni degli arti, rigidità, gomito varo)
  • Patologia del ginocchio: menisco discoide, osteocondriti, lesioni legamentose
  • Aspetti ortopedici delle patologie reumatiche
  • Infezioni osteo-articolari (artriti, osteomieliti)
  • Patologie sportive
  • Altri tipi di patologia malformativa congenita
  • Scoliosi e cifosi
  • Torcicollo miogeno
Prestazioni prenotabili CUP
  • Visita ortopedica (0-18 anni non compiuti)
    • Visita ortopedica (generica)
    • Visita ortopedica (oncologica)
    • Ambulatorio piede torto
    • Ambulatorio displasia evolutiva dell'anca
    • Ambulatorio eterometrie
      - eterometria maggiore di cm 2
    • Ambulatorio displasie scheletriche
      - problematica ortopedica in displasia scheletrica
    • Ambulatorio neuro-ortopedia
      - problematica ortopedica in patologia neurologica
    • Ambulatorio scoliosi
  • Visita ortopedica traumatologica (0-14 anni non compiuti)
  • Visita chirurgica della mano (0-18 anni)
Collaborazioni
  • Cto, Firenze
  • Istituto Ortopedico Rizzoli, Bologna
  • Hip Unit del Children’s Hospital Boston
Risorse correlate

Responsabile contenuti: Giovanni Beltrami